Centro per il libro e la lettura

“Quando i ragazzi ci insegnano”: ecco i vincitori della terza edizione

La terza edizione del premio “Quando i ragazzi ci insegnano”, il concorso del Centro per il libro e la lettura rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane in Italia e, da quest’anno, all’estero, giunge al termine. La Giuria di esperti, formata da Ilaria Taddeo (funzionaria MAECI e Presidente di Giuria), Margherita Marziali (funzionaria MAECI), Daniele Galleni (funzionario MAECI), Daniela Lio (docente di filosofia e storia) e Maria Greco (rappresentante Centro per il libro e la lettura) ha valutato gli elaborati pervenuti e decretato i vincitori.

Risultano vincitrici le seguenti coppie di istiuti:

  1. Istituto italiano di Teheran “Pietro Della Valle” (Iran), con l’opera I Canti di Leopardi
  1. Liceo Longone (Milano), con l’opera Il Canzoniere di Petrarca

2. Liceo scientifico CCI “A. Manzoni” (Argentina), con l’opera Nel mare ci sono i coccodrilli di Geda

2. IIS “Volta” Polo 3 (Fano – PU), con l’opera Dei sepolcri, di Foscolo

3. Scuola paritaria “Dante Alighieri” (Argentina), con l’opera La quiete dopo la tempesta di Leopardi

3. IISS “Salvemini” (Alessano – LE), con l’opera L’ora di tutti di Corti.

La Giuria ha, inoltre, attribuito una menzione speciale ai seguenti Istituti per la passione, la creatività e l’impegno profusi nella realizzazione della videorecensione:

Liceo scientifico “Cattaneo” di Torino, con l’opera La pioggia nel pineto di d’Annunzio

ITIS “A.De Simoni – N. Quadrio” di Sondrio, con l’opera I promessi sposi di Manzoni

A questi istituti sarà inviata una mail da parte della responsabile del Centro per il libro e la lettura contenente gli attestati di merito.

La premiazione si terrà domenica 22 maggio alle ore 11.45 presso il Salone del Libro di Torino, Sala Bronzo, PAD 2.

Il Centro per il libro e la lettura coglie l’occasione per ringraziare tutti gli insegnanti e gli studenti partecipanti per aver realizzato delle videorecensioni accattivanti e creative, da cui si evince l’acquisizione di elevate competenze didattiche e trasversali.

Condividi l'approfondimento

Cerca