Libriamoci

Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole è l’iniziativa del Centro per il libro e la lettura, nata da un Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero della Cultura, che ogni anno coinvolge le scuole italiane di ogni ordine e grado, sia sul territorio nazionale che all’estero.

La settima edizione di Libriamoci si è svolta dal 16 al 21 novembre 2020.

Il progetto intende promuovere la lettura tra gli studenti, invitando tutti gli istituti scolastici a inserire nelle proprie attività educative e formative alcuni momenti, svincolati da ogni valutazione scolastica, da dedicare alla lettura ad alta voce, considerata strumento fondamentale per la crescita emozionale e cognitiva dello studente. La campagna ‘Libriamoci’ gode di un portale dedicato: www.libriamociascuola.it, una piattaforma digitale che mette in contatto diretto docenti, bibliotecari, librai, editori, associazioni, scrittori, lettori, illustratori, offrendo uno spazio informativo dettagliato e consentendo di condividere buone pratiche, raccontare esperienze di lavoro, dare suggerimenti, cercare collaborazioni e coordinare la realizzazione dei progetti.

Il portale ospita una banca dati dedicata per inserire le iniziative. È possibile registrare gli eventi sino all’ultimo giorno della campagna. Sempre sul portale è disponibile un modulo attraverso il quale le scuole possono richiedere un lettore volontario.

Nel corso degli anni, l’impegno e il lavoro comune è valso a Libriamoci il conferimento di una medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica, riconoscimento rilasciato a iniziative e progetti reputati particolarmente meritevoli in campo culturale, scientifico, artistico, sociale e sportivo.

Nel 2020 per la prima volta Libriamoci ha avuto un tema istituzionalePositivi alla lettura: nell’anno in cui l’aggettivo “positivo” ha purtroppo assunto connotati contrari al suo significato, l’incoraggiamento è a mettere l’accento sui grandi benefici che derivano da una prolungata e più che raccomandata “esposizione” ai libri e agli incredibili mondi che contengono. Non sono mancati i filoni tematici, ai quali eventualmente ispirarsi:

  • Contagiati dalle storie – La lettura come contenitore di appassionanti storie a cui ispirarsi e da cui imparare. Un filone tematico ampio che accoglie i più diversi generi letterari prestandosi ad attività di approfondimento per studenti di vari gradi scolastici, dalle scuole dell’infanzia agli istituti secondari di secondo grado.
  • Contagiati dalle idee – Niente è più pervasivo di un’idea: per questo è importante che i presupposti che la animano e gli obiettivi a cui aspira contribuiscano alla crescita e al bene comune. Per aumentare e sostenere questa consapevolezza, Contagiati dalle idee è il contenitore più adatto: rivolto soprattutto agli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ma declinabile in modi creativi anche nella scuola dell’infanzia e primaria, si presta particolarmente a riflessioni sull’attualità da approfondire tramite la lettura dei giornali e il dibattito in classe.
  • Contagiati dalla gentilezza – Avere cura dell’altro come di se stessi. Cogliendo l’occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Gentilezza (13 novembre), il terzo filone tematico offre l’opportunità di affrontare temi come l’inclusione, l’accoglienza e la solidarietà declinandoli anche dal punto di vista scolastico, per esempio attraverso progetti e letture contro il bullismo: e magari opponendo, alla volgarità della violenza, la gentilezza di qualche verso poetico!

Nel 2020 Libriamoci è stato in sinergia con #ioleggoperché, iniziativa promossa dall’AIE (Associazione Italiana Editori) che raccoglie le donazioni di libri per le biblioteche scolastiche da parte di cittadini ed editori e che si svolge dal 21 al 29 novembre.

Complessivamente nel 2020 sono state 3.749 le scuole partecipanti, delle quali 15 all’estero (in Argentina, Belgio, Brasile, Francia, Georgia, Grecia, Marocco, Romania e Svizzera), con 9.173 attività e il coinvolgimento di oltre 410.000 alunni e 16.600 lettori volontari.

libriamoci@beniculturali.it

Condividi l'approfondimento

Cerca