“Città che legge Dante”: il 22 settembre nuovo appuntamento a Padova

città che legge dante

Una grande serata di letture e considerazioni su tre momenti significativi della Divina Commedia: dopo la pausa estiva torna Città che legge Dante, il progetto promosso dal Centro per il libro e la lettura e realizzato con l’ADI – Associazione degli Italianisti, che mercoledì 22 settembre alle 19 farà tappa a Padova, nell’incantevole Piazza Eremitani.

Insieme sul palco l’attrice Anna Bonaiuto, cui sono affidate le letture dei passi selezionati, Marco Balzano e Alberto Rollo, commentatori d’eccezione che “glossano e divagano”. Protagonisti, naturalmente, i versi dell’Alighieri: quelli che descrivono le Malebolge infernali del Canto XXI, accendendo l’immaginazione tutta medievale da Trionfo della morte, passando per l’incontro con Sordello e la memorabile invettiva sulla “serva Italia di dolore ostello” che domina il Canto XXI del Purgatorio, fino ad arrivare all’omaggio che Tommaso d’Aquino rende a Francesco d’Assisi, alla povertà ardente di carità che lo ha sempre ispirato, descritto nel Canto XI dell’ultima Cantica.

Accompagnati dal violoncello di Ludovico Armellini, i momenti di lettura e commento saranno preceduti dai saluti istituzionali dell’assessore alla cultura Andrea Colasio, che darà inizio alla serata.

Dopo Padova e gli appuntamenti di Taormina (con Fabrizio Gifuni e Aldo Cazzullo), Roma (con Anna Bonaiuto, Maddalena Crippa, Melania Mazzucco e Alessandro Piperno) e Reggio Calabria (con Nino Racco, Aldo Morace e Rossella Galati), l’itinerario di Città che legge Dante prevede Lecce, con Raiz e Nicola Lagioia il 27 settembre e la Rocca di Lonato del Garda a ottobre con Galatea Ranzi e Angelo Piero Cappello. Il progetto è realizzato in collaborazione con Taobuk – Taormina Book Festival, Parco Archeologico del Colosseo, Comune di Reggio Calabria, Comune di Padova, Comune di Lecce e Fondazione Ugo Da Como e patrocinato dal Comitato Nazionale per la Celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

L’ingresso è libero e gratuito, senza prenotazione e l’accesso è regolamentato nel rispetto delle disposizioni di legge in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tutti i partecipanti di età superiore ai 12 anni devono essere in possesso del Green pass. In caso di pioggia l’evento si svolgerà al Centro culturale Altinate San Gaetano in via Altinate, 71.

Condividi l'approfondimento

Cerca